Eckhart Tolle e il potere creativo

ECKHART TOLLE

(Lünen, Germania, 16 febbraio 1948)

Esiste una relazione importante fra i tuoi pensieri e la realtà circostante. E il pensiero crea la forma… sì, è vero: il pensiero crea la forma. Sarebbe fantastico se l’umanità potesse comprenderlo appieno, e poi comprendere appieno il suo potere creativo, che è ampio, illimitato – alla fine l’uomo lo capirà – tanto quanto la potenza creativa dell’universo. Perché l’umanità e l’universo non sono separati. Tu sei un’espressione dell’universo, tu sei l’universo… che si esprime attraverso questa forma. Quindi è fantastico. Il potere creativo c’è, ma non è il potere volitivo perchè – per rispondere alla domanda di qualcuno – questo volere, questo aver bisogno di qualcosa, viene da una forma di insoddisfazione e insufficienza.

“Nel momento in cui conosco il me stesso come “assenza di forma”, sono a casa, ma nello stesso momento, esiste ancora il sogno della forma che si manisfesta.”

ECKHART TOLLE

Ma il sogno della forma cambia. Quando non si è più completamente persi in esso, puoi così godere del sogno della forma e diventare anche un co-creatore molto potente nel processo creativo.

“L’umanità imparerà, sta già imparando, a creare la forma semplicemente pensando a una determinata forma che si manifesta nell’essere.”

Ma ciò non può essere fatto davvero finché non si è ben impiantati nell’assenza di forma, e quindi l’ego non sta più operando. Quindi “l’assenza di forma” può usare te, la forma di te stesso, per esprimersi attraverso di te.

Quindi arriverà il giorno in cui l’umanità potrà creare qualsiasi forma, forme esteriori, semplicemente attraverso il pensiero – il pensiero è creativo. Invece che avere una mente distruttiva si può usare questo potere. Quando si è connessi alla coscienza senza forma, questa si può esprimere attraverso di te – certo, il paradosso è che c’è ben poco che l’uomo voglia creare, quando si è così profondamente connessi non si ha bisogno di molto nel mondo della forma – e quindi, quando si è capaci di creare qualsiasi forma si desideri, lo si usa, di tanto in tanto, ma non è più quello di cui si ha bisogno.

Comunque lo si voglia chiamare ciò che non ha un nome, il Tao che non ha un nome… manifestare qualcosa, sì, si può, se lo vuoi. È parte del gioco della vita. Se vuoi che qualcosa si manifesti e senti la connessione con il pensiero e dici “Oh, mi piacerebbe manifestare, magari, un po’ più di spazio nella mia vita, nel piano esteriore, e un po’ di verde”… è una preferenza, non ne hai bisogno per la tua felicità e realizzazione, è una preferenza… lo puoi fare. Puoi visualizzare. È un gioco di forme, e senti già l’abbondanza, la visualizzazione è molto facile. Tutta l’abbondanza, se la volessi, di solito viene da sola… se si è in connessione con l’abbondanza, viene da sola. Se vuoi aggiungere qualcosa per gioco, per una preferenza, puoi.

Il modo più potente di creare ed essere co-creatore è dell’unico creatore. Il modo più potente di creare è, come Gesù e molti altri insegnamenti hanno detto, sentire la gioia e la bontà della vita adesso. È come se già avessi ciò che hai intenzione dei creare. Quindi se pensi… avere una casa più bella o un posto dove vivere… vuoi creare questo… fino a che non credi che questo ti renderà felice perché senti già (questa non viene chiamata felicità) senti già la gioiosa vitalità che è la presenza. E poi se è questo che vuoi, da questo puoi creare una casa, perché praticamente ce l’hai già, la gioia è già in te. Diventa secondario se la ottieni oppure no. Gesù disse “Quando chiedi qualcosa, credi di averlo già ricevuto, e ti sarà dato.”

Questo è il segreto di tutta la manifestazione. È sentire che ce l’hai già, e poi puoi tenere l’immagine mentale. Questo da potere, ma implica anche che non lo stai facendo per la tua felicità, stai solo partecipando all’atto della creazione.

“È una danza. Niente starà qui per sempre. Potresti avere una casa e poi potrebbe sparire, magari; oppure sei tu a sparire dalla casa.”

Quindi puoi partecipare alla danza della creazione con gioia, senza cadere nell’erronea convinzione che quello che hai creato ti riempirà e ti farà davvero felice.

Devi trovare la pienezza e la gioia nel momento presente. Poi la creazione diventa più semplice.
Tutto nel mondo della forma è soggetto ad esso, e può cambiare con molta facilità la realtà esteriore se è questo che vuole. Ma non in modo frivolo, non nel senso “Oh, proviamo un po’ questo” – in questo modo non funziona. Ma in un modo non frivolo. Lo stato interiore di connessione a quel punto, cambia il modo in cui interagisci con il mondo, e mentre questo cambia, il mondo cambia.

Quindi non esiste questa linea divisoria che sembra esserci tra te e il mondo. È un continuum tra il tuo stato di coscienza e la realtà esterna. La realtà esterna rispecchia in gran parte il tuo stato di coscienza interiore.

Acquistalo su Il Giardino dei Libri

Cos'è il Coaching

Come funziona e quando serve.

Il tuo corso online

Perché la distanza e i costi non devono essere un problema.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

QUESTIONE DI SHOCK

Questione di Shock (Articolo redatto per Canale Formazione) SE VOGLIOMO SMETTERE DI ESSERE IN BALÌA DELLE CIRCOSTANZE DOBBIAMO CONOSCERE I MECCANISMI CHE LE GENERANO. ESISTE UNA LEGGE FONDAMENTALE CHE AGISCE IN OGNI LUOGO E IN OGNI TEMPO, CHE DETERMINA IL RISULTATO DI...

Riallinearsi con la sicurezza interiore

Riallinearsi con la sicurezza interiore Rafforzare la propria sicurezza interiore vale lo sforzo che richiede, soprattutto perché la mancanza di sicurezza costituisce il principale ostacolo all'espressione della forza del proprio vero sé. Attivare il cuore energetico...

Liberarsi dall’ansia (senza medicinali)

Liberarsi dall'ansia (senza medicinali) Capita spesso che eventi inattesi o nuovi provochino un senso di paura o insicurezza. Ci si sente impauriti semplicemente perché non si è mai fatta esperienza di quella situazione in precedenza: è paura dell'ignoto. Oppure si è...

La dottrina dell’istante

SPIRITUALITÀ La dottrina dell'istante Claudia Galli, Life & Executive Coach Il Qui e Ora, Hic et Nunc, la Presenza, l'Adesso. Ovvero, Consapevolezza. L'attenzione al momento presente. La totale concentrazione dei nostri 5 sensi su ciò che È, l'osservazione...

Come agisce la Legge delle ottave sulla tua esistenza

Tutto l'universo è vibrazione. Ogni sostanza visibile ed invisibile è sottoposta a continue vibrazioni che si incrociano, si urtano, salgono e scendono. Il termine "continue" non deve però trarre in inganno. Una vibrazione che nasce con un impulso iniziale, sia esso...

Non esistono strade

La chiarezza di una percezione si ha solo quando la visione si espande. Non esiste percezione, nel Vero, che non sia preceduta da una attenta visione dell'intero disegno. Ci incamminiamo in strade deserte confidando sull'aiuto di segnali che rientrano nel nostro campo...

L’azione della NON-azione: il Wu Wei

Wu Wei è un'espressione cinese legata al Taoismo che letteralmente significa "non-agire", da intendersi non come un invito alla passività, bensì un adottare una filosofia di vita che suoni in accordo con il fluire armonioso del Tao, il Principio, l'Essenza, l'eterna...

Tutto è gioco, “lila”, gioco cosmico

Sono incappata in questo libricino che mi gira per casa da anni (Vedere oltre l'apparenza di Antonella Lucato) e l'ho aperto a caso... ma nulla avviene solo per caso. [...] È il fluire degli eventi che fa incontrare gli uomini e le donne. Casualità, fato, alchimia di...

Consapevolezza, senza aspettative, accettando il risultato

È il segreto per ricordare chi siamo. Consapevolezza. L'attenzione al momento presente. La totale concentrazione dei nostri cinque sensi su ciò che è adesso, l'osservazione interiore ed esteriore senza giudizio. Cinque sensi da sentire, cinque sensi da vivere....

Credo

Credo nella Vita, e nella magia dell'Essere. Credo nell'Evoluzione. Credo in quella Coscienza più grande di te, che ti dice chi sei. Credo nel Silenzio. Credo nell'appartenenza. In quel tutt'uno pieno di luci, colori, forme. Credo nell'Amore eterno e nella totale...
Claudia Galli

Claudia Galli

Personal Coach e ricercatrice indipendente, Claudia Galli si occupa di Coaching dal 2009. Insieme all’attività di Coaching individuale tiene conferenze in tutta Italia indirizzate al risveglio e alla crescita del potenziale umano.