COACHING

Approfitta della “sleep inertia” per parlare al tuo inconscio

Claudia Galli, Life & Executive Coach

La chiamano sleep inertia (inerzia del sonno), quella fase appena successiva al risveglio durante la quale le nostre capacità cognitive non sono troppo performanti, e i nostri neuroni viaggiano a onde lente.

Molti non sanno però che proprio per questo motivo, i minuti di sleep inertia sono un’ottima occasione per comunicare con il nostro inconscio, e determinare la qualità della nostra giornata e degli eventuali impegni che ci aspettano.

La prima cosa da tener conto è che l’inconscio è un bambino di tre anni. La comunicazione deve essere quindi semplice ed essenziale, ma chiara e specifica. Il nostro bambino non capisce il NON e riconosce un unico tempo, il presente.

Se ad esempio dico a un bambino di tre anni di NON saltare sul divano, l’immagine che sto trasmettendo è comunque di lui che salta sul divano: gli risulterà difficile non farlo, non perché è dispettoso o disubbidiente, ma perché non vede alternative. Quindi gli si deve proporre l’alternativa: al posto di “NON saltare sul divano”, “siediti a quel tavolo e fai un bel disegno su questo foglio con i pennarelli”.

“Oggi sono felice!”

Le istruzioni che possiamo impartire al nostro inconscio nella fase di sleep inertia possono variare dalle più generiche, ad esempio “oggi sono felice”, alle più dettagliate “oggi durante il colloquio con il mio capo nel suo ufficio seduto di fronte a lui alla sua scrivania dalle 15 alle 15:30 il battito del mio cuore è regolare, il mio respiro è calmo e profondo, il tono della mia voce è fermo” ecc. a seconda di come voglio essere in quell’arco di tempo affinché la situazione si evolva nel migliore dei modi. L’importante è che le istruzioni siano espresse sempre al positivo e al tempo presente.

Domani mattina, appena apri gli occhi, prova ad approfittare della fase di inerzia da sonno. Funziona.

Approfondisci con LIFESURFING ONLINE

Accedi GRATIS all'intera prima sessione del corso 

Cos'è il Coaching

Come funziona e quando serve.

Il tuo corso online

Perché la distanza e i costi non devono essere un problema.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Claudia Galli

Claudia Galli

Personal Coach e ricercatrice indipendente, Claudia Galli si occupa di Coaching dal 2009. Insieme all’attività di Coaching individuale tiene conferenze in tutta Italia indirizzate al risveglio e alla crescita del potenziale umano.